rd

Come il cane perse le sue sei zampe

Rinascita


Categoria : Economia

Rita Dietrich (2010-04-13 12:00:00)

Storia di una privatizzazione annunciata

La storia dell'Eni non può prescindere dallo sviluppo socio-economico dell'intera Italia. I suoi primi  successi, già nei lontani anni '50, erano seguiti dall'intera popolazione, che di pari passo scopriva le  nuove frontiere della modernizzazione. Da paese prettamente agricolo, e pertanto stanziale, si trasformava in nazione moderna, con le sue prime infrastrutture viarie e i servizi annessi. Questo  era il sogno di Mattei,che desiderava un'Italia autonoma dai giochi delle super potenze. Il benessere  della popolazione era al primo posto, e le continue scoperte portavano, oltre che l'arricchimento  economico, anche allo sviluppo sociale.

Tutto ciò era rappresentato anche dall'attenzione che l'Eni  aveva nei confronti dei suoi dipendenti, ai quali offriva servizi di vario tipo quali colonie estive per i  figli, riviste aziendali e persino gare automobilistiche per dilettanti. Furono costruiti i primi villaggi  turistici a Borca di Cadore e a Cesenatico e nelle sedi di Roma e San Donato Milanese sorsero  complessi residenziali destinati ai dipendenti. Purtroppo oggi di tutto ciò, dopo le diverse campagne  di vendita, rimangono soltanto i servizi dei piatti e i gadget marchiati con il cane a sei zampe che  ancora la Fondazione Eni conserva. La nuova espansione sociale dell'Eni è stata mascherata dalla  vendita delle azioni, che sono quotate oltre che alla Borsa Italiana, anche al NYSE (New York Stock  Exchange). Il prestesto è stato quello di snellire la burocrazia, rendendo così l'azienda  maggiormente competitiva. L'intera operazione fruttò un incasso prima di 21 miliardi di euro per poi  concludere nel 2001 con 2,720 milioni di euro (all'ultima svendita le azioni costavano poco più di 6  euro) A parte i circa 41 mila piccoli proprietari delle azioni, che data la frantumazione, come in ogni  privatizzazione, hanno poco peso contrattuale e decisionale sul futuro dell'azienda, attualmente il  capitale sociale Eni ammonta a 8,82 Miliardi di Euro. Ma i veri interessi societari sono suddivisi fra  aziende straniere quali Allianz Global Investor, Eurizon, Arca Sgr,

 

Sei qui: Home archivio articoli Economia italiana Come il cane perse le sue sei zampe